Scopri Messina, città d’Italia

Per gli amanti del turismo e della cultura italiana, questa volta parleremo di un luogo di porto magico che ha molto da offrire a gente del posto e turisti, scoprite Messina, una città in Italia.

Messina come città

Situata vicino alla regione Calabria, questa città siciliana gode di una posizione strategica, bagnata dalle acque del mare e incorniciata dallo Stretto di Messina. Si trova a 90 chilometri da Catania e 230 da Palermo.

La città ha una superficie complessiva di 211 chilometri quadrati ed è attualmente abitata da circa 225.000 persone. La sua altitudine è di appena 3 metri sul livello del mare e vi si parla sia italiano che siciliano.

Nonostante sia colloquialmente conosciuta nel resto del mondo come “Messina”, in italiano si chiama Messina e in siciliano Missina, ma in realtà è la stessa città con nomi diversi.

Questa città portuale ha una curiosa e naturale forma a falce o uncino, che l’ha resa nel corso della storia un ambito premio per tiranni, pirati e altri che hanno voluto farne di loro proprietà.

Questa città portuale è considerata sismica e per questo è stata vittima, a più riprese, delle distruzioni generate dai terremoti. Nonostante ciò, l’ultima volta che è stata colpita da uno di questi eventi è stata più di 100 anni fa, nel 1908.

Durante questo terremoto morirono almeno 60.000 persone e le infrastrutture andarono quasi completamente perse. Questo evento fu devastante, considerando che all’epoca la città contava solo 150.000 abitanti.

Se ti è piaciuto quello che hai letto finora, ti invitiamo a recensire altri contenuti interessanti su questa regione italiana, che sono già disponibili per te sulla nostra pagina. Non perderli.

Breve storia di Messina

Chiamato in precedenza Zancle, che significa “falce” in Siculo, questo nome è stato all’altezza della sua forma, ma in seguito è stato chiamato Messina in lingua greca, sebbene le scale abbiano mantenuto la loro antica identificazione iconica “Scaletta Zanclea”.

Secondo Tucidide, storico che fu anche un noto militare ad Atene, Messina fu fondata nell’VIII secolo a.C. e per la lingua in cui fu posto il suo nome, è probabile che fosse per mano di Siculo. pirati e altri.

D’altra parte è Escimno ed Estrabo assicurano che fu fondata come colonia di Naxos de Sicilia e che in realtà era calcidica, quindi la sua fondazione doveva essere datata dopo l’anno 735 aC.

Qualunque sia la sua origine, la realtà è che in seguito furono fondate due colonie, Milas e Hímera, situate praticamente all’estremità nord-orientale dell’isola.

Milas continuò ad appartenere a Zancle, ma Himera crebbe fino a diventare una città così importante da diventare indipendente.

Dopo l’anno 494 aC Zancle fu spinto da nuovi coloni, tuttavia il tiranno Anaxilao decise di approfittarne vista la sua crescita e la mancanza di riparo.

In seguito, nonostante Zancle passò di mano in mano, ottenne finalmente la libertà e all’inizio del V secolo aC accolse a braccia aperte gli emigranti messinesi, che gli diedero il nome che attualmente ha Messina e cercò di innalzare le rovine della cittadina.

Nel corso della storia, grazie alla posizione strategica di questo paese, è stato vittima di instancabili battaglie per il suo possesso, anche nel Novecento stesso è stato oggetto di contesa per l’ideazione di un progetto per la realizzazione di un ponte sullo stretto che porta lo stesso nome.

Chiaramente, la città è governata dallo stesso sistema democratico del resto del Paese, ma la sua lunga e instancabile storia è un chiaro esempio di come questa città portuale fosse costantemente minacciata dalla sua posizione.

Questo è un buon momento per invitarvi a visitare la città di Messina, un angolo d’Italia ricco di fascino, storia e tradizione, i cui abitanti amano offrire la loro ospitalità ai visitatori che provengono da tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.